Home Ricorrenze Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
Bandiera della Croce Rossa, foto Kevin Paes

Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

di Redazione

L’8 maggio di ogni anno la Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa celebra l’impegno ed il lavoro quotidiano di milioni di volontari in tutto il mondo. L’obiettivo di questa giornata celebrativa è far conoscere le attività del Movimento, attivo a livello nazionale e internazionale. La ricorrenza cade il giorno della nascita di Henry Dunant, fondatore della Croce Rossa e ideatore dei principi su cui si regge. Neutralità, indipendenza, umanità, imparzialità, volontariato, unità ed universalità sono le caratteristiche del Movimento.

Cos’è la Croce Rossa Internazionale

La Croce Rossa nasce con una vocazione internazionale, in seguito a una terribile esperienza di guerra di cui fu testimone Henry Dunant. Il 24 giugno 1859, nelle vicinanze del Lago di Garda, fu combattuta la battaglia di Solferino, una delle battaglie più sanguinose di quel secolo. Lo scontro lasciò sul terreno circa centomila soldati, tra morti, feriti e dispersi.

Henry Dunant si trovava in zona per parlare d’affari con Napoleone III. Tuttavia, messo di fronte alla tragedia della guerra, si rese conto della necessità di una sanità di militare indipendente. Scrisse quindi il libro Un souvenir de Solférino e da cui nacque l’idea di infermieri volontari a supporto della sanità militare: la Croce Rossa.

Dal Convegno di Ginevra del 1863 nacquero quindi le prime società nazionali della Croce Rossa. La Croce Rossa Italiana fu tra le prime a formarsi. Oggi il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa costituisce la più grande organizzazione umanitaria del mondo, con sede è a Ginevra.

I principi della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa

Il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa si basa su sette principi fondamentali. Questi principi furono letti ufficialmente la prima volta nella XX Conferenza Internazionale della Croce Rossa del 1965:

  1. Umanità: “Nato dalla preoccupazione di soccorrere senza discriminazioni i feriti dei campi di battaglia, il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, sia a livello internazionale che nazionale, opera per prevenire e alleviare in ogni circostanza le sofferenze degli uomini. Si applica a proteggere la vita e la salute, e a far rispettare la persona umana. Opera per la reciproca comprensione, l’amicizia, la cooperazione e una pace durevole tra tutti i popoli.”
  2. Imparzialità: “Non fa alcuna distinzione di nazionalità, razza, religione, di condizione sociale o di appartenenza politica. Si dedica esclusivamente a soccorrere gli individui a seconda della gravità e dell’urgenza delle loro sofferenze.”
  3. Neutralità: “Per conservare la fiducia di tutti, il Movimento si astiene dal prendere parte alle ostilità così come, anche in tempo di pace, alle controversie d’ordine politico, razziale, religioso e ideologico.”
  4. Indipendenza: “Il Movimento è indipendente. Le Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna svolgono le loro attività umanitarie come ausiliarie dei poteri pubblici e sono sottoposte alle leggi in vigore dei rispettivi paesi. Tuttavia esse devono conservare un’autonomia che permetta loro di operare sempre secondo i Principi del Movimento.”
  5. Volontarietà: “La Croce Rossa è un movimento di soccorso volontario e disinteressato.”
  6. Unità: “In un paese non può esserci che un’unica Società di Croce Rossa o di Mezzaluna Rossa. Essa dev’essere aperta a tutti e deve estendere la sua attività umanitaria all’intero territorio.”
  7. Universalità: “Il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa è universale: in esso tutte le Società hanno uguali diritti ed il dovere di aiutarsi reciprocamente.”

Questi principi fondamentali prendono spunto dal libro di Jean Pictet La Dottrina della Croce Rossa e aprono tutte le manifestazioni ufficiali della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Chi era Henry Dunant, fondatore della Croce Rossa

La Croce Rossa è nata grazie alle idee di Jean Henry Dunant, più noto semplicemente come Henry Dunant. Imprenditore di scarso talento, ma grande umanista e filantropo, fu insignito del Premio Nobel per la pace nel 1901 proprio per aver fondato la Croce Rossa.

Henry Dunant, svizzero di religione calvinista, fu educato all’aiuto ai più bisognosi. Non molti conoscono la sua vera storia. Dopo una carriera scolastica poco brillante, Henry Dunant si dedicò con passione al movimento per l’abolizione della schiavitù. Prima di diventare celebre con la Croce Rossa però si imbarcarcò in una fallimentare avventura imprenditoriale in Algeria.

Nel 1856 la sua società coloniale versava in condizioni economiche disastrose. Per farsi rilasciare nuove concessioni, Henry Dunant decise di rivolgersi a Napoleone III in persona. Il quale si trovava in Italia per la Seconda guerra d’indipendenza.

A Castiglione delle Stiviere Henry Dunant rimase scosso alla vista dei feriti provenienti dalla battaglia di Solferino, che ricevevano le prime cure dalla popolazione civile. Dopo aver constatato inadeguatezza della struttura medica dell’esercito, Henry Dunant chiese la liberazione dei medici austriaci prigionieri per curare tutti i feriti, senza distinzione di esercito.

Fu in questa occasione che nacque la prima idea di Croce Rossa come corpo di volontari per curare tutti i feriti in battaglia, senza distinzione di nazionalità. Nonostante il suo apporto fondamentale per la creazione del Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, Henry Dunant ebbe una vita difficile. A causa della sua scarsa capacità imprenditoriale morì povero, dopo aver devoluto in beneficienza i proventi del Premio Nobel.

La Mezzaluna Rossa e gli altri simboli

Il Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa aveva originariamente un unico simbolo: una croce rossa in campo bianco. Il riferimento era la bandiera svizzera che ha lo stesso simbolo a colori invertiti. La Croce Rossa infatti nacque proprio a Ginevra, in Svizzera.

Tuttavia nel 1876 l’Impero Ottomano comunicò al governo svizzero, depositario della convenzione di Ginevra, l’intenzione di non servirsi del simbolo della croce perché lo considerava offensivo verso i soldati musulmani. Per conservare l’unità del Movimento, il Comitato Internazionale prese atto della decisione e autorizzò l’uso della luna calante e del nome Mezzaluna Rossa. Oggi simbolo e mezzaluna sono usati dalla maggioranza dei paesi islamici.

In realtà la Croce Rossa e la Mezzaluna Rossa non sono gli unici simboli ufficiali della Croce Rossa. Nel 1949 l’Iran fece aggiungere i simboli della Persia, Leone e Sole Rossi, tra gli emblemi del Movimento. Oggi Leone e Sole Rossi non sono più utilizzati dal 1980, sostituiti dalla Mezzaluna Rossa anche in Iran.

Infine in tempi più recenti, Israele ha chiesto giustamente l’aggiunta di una Stella di David Rossa come simbolo ebraico, da affiancare ai simboli cristiani e musulmani. La versione israeliana della Croce Rossa infatti utilizza la Stella di David Rossa, ma non è stato riconosciuto come simbolo internazionale.

Il Movimento ha rigettato l’aggiunta di un nuovo simbolo perché in contrasto con l’intenzione originaria di avere un unico simbolo per segnalare volontari e risorse dell’organizzazione umanitaria. Nel 2005 è stato quindi aggiunto un terzo simbolo del Cristallo Rosso, all’interno del quale possono venire inseriti simboli locali.

Camion militare della Croce Rossa, foto Donald Giannatti

Cosa pubblicare sui social network per la Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Per celebrare online la Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa racconta la storia della sua nascita e del suo fondatore. Anche se il Movimento della Croce Rossa è nato in Svizzera, l’Italia ne è protagonista, con la battaglia di Solferino e l’incontro di Herny Dunant con i feriti soccorsi dalla popolazione locale a Castiglione delle Stiviere.

Cerca e condividi informazioni su eventi a livello locale e internazionale. Ogni anno i migliaia volontari della Croce Rossa organizzano attività di sensibilizzazione e corsi di primo soccorso rivolti alla popolazione. Partecipa e racconta la tua esperienza sui social network, oppure intervista alcuni volontari.

Se sei un expat, puoi declinare i tuoi contenuti evidenziando le attività e la storia della Mezzaluna Rossa. Oppure di analoghi locali come la Stella di David Rossa, diventato poi il Cristallo Rosso per le missioni internazionali.

Il Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa è un argomento che puoi raccontare online, su blog e social network con moltissime sfumature diverse. Per i suoi principi di umanità, imparzialità, neutralità e indipendenza è sempre attuale. Parlare della Croce Rossa significa diffondere i suoi valori.

Quando ricorre la Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

La Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa ricorre ogni 8 maggio, nell’anniversario della nascita del suo fondatore Henry Dunant. Salva questa data nel tuo calendario editoriale se tra i temi che tratti ci sono volontariato, storia o attualità. Il lavoro del Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa è sempre importantissimo, in tempo di pace come nei luoghi di conflitto.

.

Leggi anche

Questo sito internet usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetto Più info