Home RicorrenzeGiugno Festa di San Giovanni in Brasile
Bambini che celebrano la Festa Junina, Festa di San Giovanni, in Brasile, foto Barbara Bier

Festa di San Giovanni in Brasile

di Redazione

San Giovanni, festeggiato ogni 24 giugno, è una festa molto amata nella cultura popolare brasiliana, soprattutto dai bambini. Questa celebrazione, oltre a valorizzare le tradizioni locali del Brasile, rivela anche molti elementi storici, religiosi e mitologici davvero curiosi, che tante volte passano inosservati. San Giovanni è conosciuto come il Santo delle Feste. Durante tutta la settimana intorno a quella data, si svolgono molte celebrazioni, conosciute popolarmente come Festas Juninas, rievocazioni caratterizzate da danze, piatti tipici e giochi.

La Leggenda di Adone

Nella seconda parte di giugno, quando in Europa si verificava il solstizio d’estate, c’era il culto agli dei della natura, delle piantagioni, dei raccolti, ecc. Uno di questi dei era Adone, che, secondo la mitologia greca, era conteso fra Afrodite, la dea dell’amore, e Persefone, la dea degli inferi. La disputa fu placata da Zeus, che stabilì che Adone avrebbe trascorso metà dell’anno con Afrodite, nel mondo superiore, alla luce del Sole, e l’altra metà con Persefone, nel mondo inferiore, nelle tenebre.

Questa disputa tra dee finì per essere associata ai cicli naturali della vegetazione, che muore in inverno e rinasce e regna in primavera ed estate. Il culto di Adone, il cui giorno specifico era il 24 giugno, aveva come obiettivo la celebrazione di questo rinnovamento, della “buona notizia” della rinascita della natura. Questa idea fu assimilata dal cristianesimo, che sostituì Adone con San Giovanni Battista.

Origine della festività di San Giovanni

Gli storici sottolineano che le sue origini sono direttamente legate alle feste pagane che si tengono in Europa durante il passaggio dalla primavera all’estate. Queste commemorazioni si tenevano come un modo per allontanare gli spiriti maligni e qualsiasi pestilenza che potesse raggiungere il raccolto.

La cristianizzazione della festa è direttamente collegata all’istituzione di commemorazioni di importanti figure cattoliche, esattamente al momento del passaggio all’estate, tra cui San Antonio, San Giovanni e San Pietro.

Storia di San Giovanni Battista

San Giovanni è considerato il santo più vicino a Gesù. Oltre a essere suo parente di sangue, egli fu battezzato da Giovanni sulle rive del fiume Giordano. Figlio di Elisabetta e Zaccaria, Giovanni nacque in Giudea nell’anno 2 a.C. Divenne popolare vivendo come un nomade e predicando, invogliando la gente a farsi battezzare. Nell’anno 27 d.C. Giovanni Battista morì per decapitazione su ordine di Erode, che viveva in adulterio con la moglie di suo fratello, Erodiade.

Dalla storia di San Giovanni, la cultura popolare europea ha preso vari simboli, che sono arrivati a fondersi con i tradizionali riti di raccolta rimasti dal culto di Adone. Uno dei simboli più importanti è il falò. Il falò era un segno di Santa Elisabetta, madre di San Giovanni, dedicato a Maria, madre di Gesù, che disse: “Accenderò un falò molto grande; allora potrete vederlo da lontano e sapere che Giovanni è nato”.

L’arrivo della Festa di San Giovanni in Brasile

Si narra che l’arrivo di questa festività in Brasile risalga al XVI secolo. Queste commemorazioni cattoliche svoltesi a Giugno erano già molto popolari nella penisola iberica, in particolare in Portogallo e Spagna, e furono importate dai portoghesi durante la colonizzazione, proprio come molte altre tradizioni.

Quando fu portata in Brasile, la festa era conosciuta come Festa Joanina, in riferimento a São João, ovvero San Giovanni, ma nel corso degli anni il suo nome fu cambiato in Festa Junina, in riferimento al mese in cui si svolge, Junho, ovvero giugno.

Inizialmente, la festa aveva una forte connotazione religiosa che è stata in parte persa poiché è vista da molti come una festa popolare piuttosto che ecclesiastica. La sua l’evoluzione l’ha fatta associare a simboli tipici delle zone rurali. Ecco perché la tradizione vuole che i partecipanti si vestano con indumenti degli abitanti della campagna, i cosiddetti caipiras, campagnoli.

Durante la settimana di festeggiamenti si svolgono danze tipiche, chiamate quadrilhas, uno stile di danza popolare collettiva, e si fanno vari giochi per i bambini oltre che ai tradizionali palloncini ed il grande falò.

Cosa si mangia nella tradizionale festa di San Giovanni in Brasile

Il giorno di San Giovanni è famoso anche dal punto di vista culinario, con vari cibi e dolci tipici a base di mais e arachidi, come:

  • Rapaduras, un dolce con arachidi e latte condensato
  • Arachidi
  • Torta di mais
  • Cocada, dolce di cocco
  • Curau, dolce fatto con pannocchie, latte e zucchero
  • Canjica, dolce fatto con mais e cocco
  • Torta di manioca
  • Paçoca, dolce a base di arachidi, farina di manioca e zucchero
  • Pé de moleque, dolce a base di arachidi similie alla rapadura o melassa
  • Quentão, conosciuto in Italia come vin brulè

Queste prelibatezze sono quasi sempre presenti nelle feste. Nelle città all’interno del Brasile, in particolare nel Centro Nord come a Bahia e São Paulo, si festeggia in maniera più caratteristica e con costumi più diffusi, diversamente da quanto accade in altre città del Sud, dove, invece, le tradizioni variano da regione a regione.

Cosa pubblicare online per San Giovanni

La versione brasiliana di San Giovanni è molto più allegra e colorata della celebrazione religiosa rimasta in Europa. Utilizza questa ricorrenza per creare contenuti unici a tema Brasile sul tuo blog e sui tuoi social media, proprio come Barbara Bier, autrice del blog Wanderlust in Travel e brasiliana di origine!

Quando si celebra il San Giovanni in Brasile

San Giovanni, in Brasile come in Europa, cade il 24 giugno, il giorno della festa religiosa di origine cattolica. Se i tuoi contenuti riguardano viaggi in Sud America, in particolare in Brasile o cultura brasiliana la Festa Junina è una data che non può mancare nel tuo piano editoriale.

📍 Salva su Pinterest

Festa di San Giovanni in Brasile
.
Ti piace questo articolo? Condividilo!

Leggi anche

Questo sito internet usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetto Più info