Home RicorrenzeGennaio Giornata Nazionale del Bloody Mary
Bloody Mary

Giornata Nazionale del Bloody Mary

di Redazione

Il 1 gennaio, oltre a Capodanno, si festeggia anche la Giornata Nazionale del Bloody Mary, rinomato negli States per essere la cura perfetta per i postumi delle bevute. Importa il National Bloody Mary Day nel tuo calendario editoriale e aggiungi un cocktail al pomodoro al brunch della Giornata Nazionale della Sbornia!

Come celebrare la Giornata Nazionale del Bloody Mary

Il National Bloody Mary Day celebra l’amatissimo cocktail Bloody Mary, preparato con vodka, succo di pomodoro, salsa Worcester, pepe di Caienna e sale, servito con ghiaccio e un gambo di sedano o un sottaceto. Descritto così il gusto non sembra dei migliori, tuttavia il Bloody Mary deve la sua popolarità alla fama di cura contro le peggiori sbronze.

In realtà questo cocktail può solo alleviare i sintomi della sbornia perché come tutti gli alcolici tende a disidratarti, quindi bevi in ​​modo responsabile anche nel giorno ad esso dedicato. Detto questo, il Bloody Mary è il cocktail più richiesto per il brunch negli Stati Uniti quindi si merita decisamente una sua festa.

Cosa pubblicare online nella Giornata Nazionale del Bloody Mary

Racconta la storia affascinante del Bloody Mary attraverso il lusso e l’eleganza del bar dell’Hotel Ritz di Parigi. Il famoso cocktail a base di salsa di pomodoro vide la luce proprio in questo tempio del buon bere, grazie al genio del barista Ferdinand “Pete” Petiot nel 1921.

Crea un quiz per scoprire quanto conoscono i tuoi follower delle sue origini e di come si è diffuso del mondo. Inizialmente chiamato Bucket of Blood o Red Snapper, il Bloody Mary venne esportato dal suo stesso creatore negli Stati Uniti e presentato sulla scena del famoso King Cole Bar di New York alla fine del Proibizionismo.

Un altro modo per intrattenere i tuoi lettori è raccontare le curiosità legate al nome del cocktail. Il colore e il nome sono rossi come il pomodoro e il sangue della famigerata regina Maria Tudor, famosa per aver giustiziato centinaia di protestanti in nome del cattolicesimo durante soli cinque anni di regno.

Altre idee per celebrare online la Giornata Nazionale del Bloody Mary sono organizzare un brunch a base di Bloody Mary o visitare un cocktail bar e condividere sui social la tua ordinazione, sfidare i tuoi follower a creare i loro Bloody Mary unici con le spezie e gli aromi più svariati, o pubblicare la lista dei migliori bar della tua città dove gustare questo drink popolarissimo.

Le ricette del Bloody Mary

Puoi preparare il Bloody Mary con la più grande varietà di ingredienti: sottaceti, olive, sedano, rafano, tabasco e peperoni sono solo alcuni elementi che rendono unico e gustoso questo cocktail a base di salsa di pomodoro.

Se non ne hai mai provato uno prima e l’idea di combinare il succo di pomodoro con la vodka non ti sembra particolarmente appetitosa, oggi è il momento giusto per farlo e raccontarlo ai tuoi lettori. Se invece sei esperto di mixology condividi con loro un tutorial sulla sua preparazione.

Hashtag da utilizzare per il #BloodyMaryDay

Condividi i tuoi contenuti per la Giornata Nazionale del Bloody Mary sui social network utilizzando gli hashtag:

  • #NationalBloodyMaryDay
  • #BloodyMaryDay
  • #BloodyMary

Storia del cocktail Bloody Mary

L’origine della Giornata Nazionale del Bloody Mary è avvolta nel mistero come la storia della bevanda stessa. Anche se generalmente attributo al barista Fernand Petiot, circolano pure altre versioni su come è nato il Bloody Mary.

La versione classica racconta di come il Bloody Mary fosse una creazione di Fernand Petiot, bartender all’Hotel Ritz di Parigi, frequentato da Ernest Hemingway e dagli altri espatriati americani dell’epoca.

Anche il 21 Club di New York reclama però la paternità del Bloody Mary, e con due versioni diverse. Nella prima è stato inventato negli anni Trenta dal bartender Henry Zbikiewicz, mentre nella seconda dal comico George Jessel che frequentava abitualmente il 21 Club.

Per aggiungere mistero alle origini del Bloody Mary non c’è certezza neanche sul nome del cocktail perché non tutti gli esperti sono concordi nell’associarlo alla sanguinaria regina d’Inghilterra Maria Tudor. Alcune versioni infatti lo associano alla star di Hollywood Mary Pickford, o a una cameriera di nome Mary che lavorava al bar Bucket of Blood a Chicago.

Quando cade la Giornata Nazionale del Bloody Mary

La Giornata Nazionale del Bloody Mary ricorre il 1 gennaio di ogni anno, in concomitanza con Capodanno e la Giornata Nazionale della Sbornia. Aggiungi il National Bloody Mary Day al tuo piano editoriale e inizia a progettare contenuti sul cocktail anti sbronza più amato degli States.

.

Leggi anche

Questo sito internet usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accetto Più info